Pagine

07 maggio 2012

Brigadeiros

E' lunedì mattina. E non c'è una nuvola. Un cielo blu splendido, si capisce che oggi farà caldo.
Di lunedì mattina.
Ma di domenica no ?? Possibile che nel week end il tempo sia sempre brutto ????? Voglio uscire !!! voglio stare fuori in maglietta !! Voglio fare le scampagnate !!!
Ecco, lo dovevo dire, perchè veramente quest'anno non se ne puo' piu', la Primavera piu' sfigata degli ultimi 10 anni!!!!!

Detto questo, io la primavera la sento comunque quindi sono in un periodo in cui i dolci al cioccolato non mi vanno proprio ( mi sanno d'inverno)....mangerei solo torte di mele e dolcini leggeri ma a casa mia, se non c'è il cioccolato, che dolce è ???
Qualsiasi cosa io prepari mio marito e mio figlio mi dicono "se ci fosse stata la cioccolata pero'..."
Ecco, per accontentarli ho fatto questi dolcini semplicissimi, i bambini si sono divertiti con gli zuccherini (che sono finiti ovunque) e hanno tutti soddisfatto la loro voglia di dolce "dolcissimo" e cioccolatoso ...

La ricetta era su Sale & e Pepe di qualche mese fa ma ricordo di averli visti girare parecchio sul web.

INGREDIENTI :

400 grammi di latte condensato ( o piu' comodo 397 che sono i grammi di una lattina ;-)
30 grammi di cacao in polvere
25 grammi di burro
zuccherini colorati a go go 

Mettete in una pentola tutti gli ingredienti su fuoco basso e mescolate per bene finche dopo circa una decina di minuti il composto non si stacca dalle pareti della pentola.
Stenderlo su un piatto a raffreddare.
Con le mani imburrate fare delle palline e rotolatele negli zuccherini, o nel cocco o nel cacao, come vi piace di piu' !
Prima di azzannarli, metteteli in frigo almeno un paio d'ore !

02 maggio 2012

Strudel di fragole

Il mio blog è sparito per metà ... la parte destra non c'è piu', o almeno io non la vedo ... è solo un problema mio vero ? Voi la vedete ???
Il week end lungo è passato veloce, sotto la pioggia ... guardo ai TG le immagini del Sud Italia con la gente in spiaggia chiappe al vento e maledico il mio vivere fra le montagne !!!
Chissà magari un giorno il nostro sogno di trasferirci al mare si avvererà.
Nel frattempo ci consoliamo con una ricettina dolce, è un po' che non ne preparo e questo week end qualcosina sono riuscita a concludere.
Ricetta tratta da Sale & Pepe di maggio, come l'ho vista ho capito che dovevo rifarla !
Buona, carina a vedersi e molto molto pink ...



Eccovi la ricetta, con le minime modifiche accanto :

INGREDIENTI :

200 grammi di farina
1 uovo
3 cucchiai di zucchero semolato
4 cucchiai di olio d'oliva (io olio evo Dante)
1 bustina di vanillina
2 cucchiai di farina di mandorle
500 grammi di fragole (+ un paio per la decorazione)
1/2 lime (io uno)
250 grammi di ricotta fresca
2 cucchiai di zucchero a velo (piu' eventualmente quello per decorare)

Preparate la pasta o a mano o come me con la planetaria, mettete quindi nell'impastatrice la farina, l'uovo, l'olio, lo zucchero a velo e la vanillina.
Mentre impastate aggiungete circa 4 cucchiai di acqua tiepida (io un paio di piu') fino ad ottonere un bell'impasto che metterete in frigo per circa 30/45 minuti almeno.
Nel frattempo tagliate a pezzettini le fragole e "conditele" con lo zucchero semolato e il lime e lasciate riposare circa mezz'ora.
Stendete la pasta in un rettangolo spesso 1 cm circa trasferitela su un foglio di carta forno e spolverizzatela con la farina di mandorle.
Nel frattempo unite alle fragole la ricotta e stendetela al centro della pasta, chiudete sigillando bene i bordi.
Bucherellatela e mettetela in forno a 180° per circa 25 minuti.
Una volta sfornato e raffreddato spolverizzatelo con lo zucchero a velo e guarnitelo con le fragole.



27 aprile 2012

Riso fritto salvia, speck e scamorza e un po' di gossip...






Oggi stavo pensando di fare un pochino di gossip, o meglio, pensavo di chiedervi cosa ne pensate del gossip del momento...
La Belen che ruba il moroso alla Emma.
Premessa d'obbligo : non sono una fan di Emma, non avevo fino ad un paio di giorni fa la piu' pallida idea di chi sia e cosa facesse il ragazzetto con cui stava, e quando penso a Belen la prima cosa che penso è : che figa che è.
Detto questo, in questi giorni leggendo qui e là su vari siti cercavo delle info sul calcolo dell'IMU, su come pagarlo e cose così.
Vagavo quindi per siti piuttosto "seri", non ero alla ricerca del cazzeggio... ma niente da fare, quella notizia era ovunque e sembrava anche piu' importante di spread, cronaca e tutto il resto.
E allora mi sono fatta prendere e ho letto, tutto quello che ho trovato ....
Quindi pare che : quella gnocca di Belen molli quel tamarro di Corona, vada a Roma a lavorare e si faccia il ragazzetto in questione, ballerino di Amici, fidanzato con la Emma.
Il sopracitato ballerino già tempo fa si fece la ballerina di Amici, poi pero' è tornato da Emma e si amavano alla follia, e pare pure si dovessero sposare.
Belen e quell'altro, un giorno si amavano e il giorno dopo no.
Notizia fresca fresca di oggi (cito il corriere, mica un sito di gossip qualsiasi) i due si fanno vedere insieme mano nella mano mentre si sbaciucchiano.
Emma invece sta (cito testualmente) "di merda" e va in giro con il cane (regalo del ragazzetto).
Corona è sparito.
Le mie riflessioni quindi sono le seguenti ( in ordine dalla piu' frivola alla piu' seria):
1- Che cacchio ci troverà mai Belen in quel ragazzetto ???
2- Ma se nei panni del ragazzetto vi foste trovate una come Belen che vi faceva il filo, a 22 anni, con gli ormoni saltellanti, avreste detto di no ?
3 - Mi dispiace che Emma sia stata mollata, ma non sta facendo un pochino troppa scena ?
4 - Ma davvero ci sono delle persone che pensano che Belen poi "non sia tutta sta figona" ? Mamma, che brutta bestia l'invidia ...
5 - Ma davvero ci sono delle persone che sono disperate per la disgrazia della povera Emma ???

Quel che mi chiedo io (riferito all'ultima riflessione ovviamente) ma davvero non pensate ci siano problemi piu' importanti ? e soprattutto persone che avrebbero VERAMENTE bisogno di conforto ? Ora non voglio fare la drammatica, ma ci sono persone che assistono familiari malati, ci sono persone che stanno affrontando malattie, ci sono persone che perdono il lavoro ogni giorno ... ma posso dirvi una cosa ???
BELEN, EMMA, RAGAZZETTO, A NOI, DI VOI 3, NON CE NE FREGA UNA CIPPA !!!!!!!!!
Ok, scusate, ho divagato un po'.... ma non potevo tenermelo questo pensiero !!

Oggi ho cucinato per Ely, questa ricetta l'ho trovata nell'allegato di questo mese di Sale & Pepe con trucchi e ricette per il WOK.
Questa ricetta l'ho preparata subito perchè in casa avevo tutti (o quasi) gli ingredienti, e questo metodo di cucinare il risotto lo riutilizzero' sicuramente perchè ci è piaciuto moltissimo !

INGREDIENTI (per 2 persone)

250 grammi di riso
4 foglie di salvia
80 grammi di speck
60 grammi di scamorza affumicata (io un pochino di piu', ma sono andata ad occhio)
1 cipolla piccola (nella ricetta originali erano previsti 2 cipollotti che io non avevo)
4 cucchiai di olio extra vergine (io, come sempre, Dante)
Ho omesso anche l'aglio perchè io non lo uso e la ricetta prevedeva anche che la scamorza si "sbucciasse" ma a me piace la "buccia" dell'affumicato.

Fate lessare il riso per la metà del tempo di cottura (il mio prevedeva 18 minuti, l'ho cotto per 10).
Intanto nel wok mettete a soffriggere nell'olio la cipolla e la salvia(io tagliata a striscioline) e fate rosolare per 2-3 minuti.
Scolate il riso e aggiungetelo nel wok con lo speck, fate cuocere per circa 7-8 minuti e poi aggiungete la scamorza tagliata a fettine negli ultimi 2 minuti di cottura.

Con questa ricetta partecipo al contest di Ely : Chi non risotta in compagnia ...


24 aprile 2012

Mini cake albicocche e caprino


Non so voi, ma io nel momento stesso in cui prenoto le vacanze estive, è come se avessi un traguardo, faccio ogni cosa in relazione alla data di partenza.
Mi immagino mentalmente le mie 2 settimane in continuazione, sopporto le mie giornate lavorative (che peraltro ultimamente sono PESSIME) solo pensando al conto alla rovescia tipo "dai Mascia, tieni duro, non mandarla a quel paese, che fra 74 giorni parti in vacanza".
Non credo sia poi così normale e sano, ma io il mare lo sogno tutto l'anno, quelle 2 settimane al mare non le scambierei per niente al mondo.
Che poi mica detto che mi riposi, o che mi diverta per forza, ma a me il mare cancella di dosso tutto il brutto dell'anno appena trascorso, è come se mi liberasse ... mi passa tutto, comprese le mie emicranie ...
E quindi, siccome ho prenotato, da oggi la data nella mia testa è : 30 GIUGNO 2012 .
Mancano 67 giorni alle mie vacanze. Quest'anno si cambia, si va nel Cilento, per la prima volta.
Se qualcuna di voi ha qualche dritta o consiglio gliene saro' moltoooooo grata :-)


Ora passiamo alla ricettina, tratta da "Il libro di Cavolo" di Sigrid, questi cake sono una delizia mangiati così, come vedete dall'orrenda foto qui sotto noi abbiamo azzardato e li abbiamo mangiati con del foie gras che ci avevano regalato, ci stava una meraviglia !





INGREDIENTI :

200 grammi di farina
3 uova
100 grammi di olio evo Dante
100 grammi di latte
200 grammi di caprino (la ricetta originale ne prevedeva 100 fresco e 100 stagionato, io lo stagionato non l'avevo!)
75 grammi di albicocche secche
1 bustina di lievito per torte salate
1/2 cucchiaino di paprika dolce
sale & pepe
Nella ricetta originale c'erano anche una quindicina di foglie di basilico, non le ho messe.

Sbattete con una frusta il latte con il caprino, aggiungete poi uova, olio paprika, salate e pepate. Unite ora lal farina con il lievito e le albicocche tagliate a striscioline.
Mettete tutto in uno stampo da cake (o come me in mini stampini) e cuocete per circa 45 minuti in forno a 180°.

18 aprile 2012

Tiramisu' fragole e cioccolato bianco


Sono in crisi mistica, sempre piu' nera. Non cucino praticamente piu' niente. Faccio la spesa fiduciosa, compro un sacco di cose, poi quando è ora di preparare apro il frigo e rimango lì imbambolata .... e finisce sempre con "Amore, va bene un piatto di pasta in bianco ? bistecca ai ferri e insalata stasera ? " Amore, mangiamo pizza" ?
Va così da un paio di settimane, non sono ispirata, ho avuto un paio di guizzi ma poi al momento di fotografarli ho pensato che non mi sembravano niente di che.
Domenica ho fatto per la prima volta il pane, panini al farro, ottimi peraltro, ma bruttini, quindi anche li ho pensato di lasciar perdere le foto.
E' che il tempo è poco, ho in testa 1000 cose da fare, vorrei riuscire ad avere la casa sempre in ordine, andare a prendere i bambini all'asilo e poi fare la spesa, e poi vorrei poltrire, e poi vorrei stirare, e poi finisce che non concludo una cippa.
Poi ammetto che quando vedo i vostri blog, e i vostri piatti soprattutto vado ancora piu' in crisi perchè io non riesco a concludere niente.
Comunque, l'autocommiserazione a poco serve, eccovi l'ultimo dolce preparato.
Mio marito non è uno che ama le variazioni, il tiramisu' si fa con il caffè e il mascarpone, PUNTO.
Niente ricotta per renderlo piu' light, niente cose strane.
Pero' avevo una montagna di fragole e mascarpone in scadenza ... quindi, s'aveva da fa' !
E ha ammesso che QUESTA variazione, la potevo rifare :-)
Le dosi sono quelle del mio tiramisu' classico.

INGREDIENTI (per una teglia molto grande e una media)

750 grammi di mascarpone
4 uova
6 cucchiai di zucchero
3 cestini di fragole
2 limoni non trattati
1 confezione di pavesini.
1 tavoletta di cioccolato bianco

Per prima cosa lavate e pulite le fragole, tagliatele a pezzi e mettetele in una ciotola con il succo dei 2 limoni e due cucchiai di zucchero.
Lasciatele in frigo almeno almeno un paio d'orette.
Montate a neve gli albumi e mettete da parte. Montate i tuorli con 4 cucchiai di zucchero e poi incorporare il mascarpone sempre montando.
Aggiungete gli albumi mescolando dal basso verso l'alto senza smontarli.
Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato bianco (tenendone da parte giusto un pezzetto) e unitelo alla crema di mascarpone.
Ora componete il tiramisu' alternando pavesini bagnati nel succo di fragole, crema al mascarpone e fragole.
Una volta finito "grattuggiate" il pezzetto di cioccolato bianco sul vostro tiramisu' !

02 aprile 2012

Soupe à l'oignon (zuppa di cipolle)


Grazie al cielo ci sono periodi, week end soprattutto, durante i quali cucino 4 o 5 piatti meritevoli di attenzioni (beh certo, secondo la mia opinione e le mie abilità culinarie) perchè poi ci sono periodi come questo in cui non cucino niente, ieri sera per cena, tanto per intenderci, latte e biscotti !!!
Faccio un'incredibile fatica a trovare il tempo, la ricetta giusta, e soprattutto la concentrazione per mettermi lì a cucinare serena.
In piu' quella passata è stata una settimana intensa da punto di vista lavorativo e poi un concentrato di commissioni varie e impegni non da ridere.
Quindi cominciamo il mese di aprile per benino con questa ricetta di un mesetto fa, e con un bel giretto sui vostri blog per vedere cosa mi sono persa!
Questa è la mia prima volta con la zuppa di cipolle, nel senso che non l'avevo mai preparata, ma l'ho mangiata ovunque e sempre di gusto perchè per me la zuppa di cipolle è la regina delle zuppe !
Per la mia prima volta mi sono affidata a lei, e non potevo fare scelta migliore.
Eccovi quindi la ricetta, a differenza della sua io ho semplicemente omesso l'alloro perchè non ce l'avevo.

INGREDIENTI

500 g di cipolle ramate
20 g di burro
1 cucchiaino raso di zucchero
2 cucchiai di farina
brodo di manzo q.b.
1/2 bicchiere di vino bianco secco
1/2 foglia di alloro
1 rametto di timo fresco
baguette tagliata a fette
50 g di gruyère grattugiato
sale, pepe

Mondate le cipolle e tagliatele ad anelli sottili. Fate fondere il burro in una casseruola ed unitevi le cipolle, facendole cuocere a fuoco lento per circa 20-25 minuti mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Quando inizieranno a diventare dorate aggiungete la farina e lo zucchero e mescolate per 2 minuti fino a quando la farina prenderà colore. Sfumate con il vino, quando non sentirete più l’odore di alcool unite il brodo caldo e aggiungete ora l’alloro e il timo. Regolate di sale e di pepe e portate ad ebollizione. Coprite e proseguite la cottura a fuoco basso per circa 1 ora, mescolando di tanto in tanto.
Tagliate la baguette a fette, posizionatele su di una teglia rivestita di carta da forno e fatele dorare sotto al grill del forno da entrambi i lati. Togliete le erbe aromatiche dalla zuppa e suddividetela in 2-4 zuppiere individuali (preferibilmente già tiepide). Posizionatevi sopra le fette di pane tostato e spolverizzate il tutto con il gruyère grattugiato. Appoggiate le cocotte su di una teglia e passate nuovamente sotto al grill fino a quando il formaggio sarà gratinato.


PS : Vi piace il mio nuovo header ?? E' opera di Claudia, bello vero ?

27 marzo 2012

Sformatino zucchine e menta


Respiriamo l'aria e viviamo
Aspettando primavera
Siamo come i fiori
Prima di vedere il
Sole a primavera
Ci sentiamo
Prigioniere della nostra età
Con i cuori in catene di felicità
Si respiriamo nuovi amori
Aspettando che sia primavera

Quanto mi piace questa canzone, ve la ricordate ?? E quanto mi piace la primavera, che dite questa volta è arrivata sul serio o la settimana prossima mi toccherà di nuovo tirare fuori i MALEDETTI piumini ?!!?
Detto questo, è arrivato il momento di mettere nei miei bei vasetti colorati sul balcone il basilico e la menta, e questa menta la volevo provare subito .... mi sarei preparata volentieri un bel mohjito ma non era il momento adatto ;-)
Dimenticavo, mi è presa la fissa dei flan o sformati che dir si voglia, vuoi mettere quant'è piu' carino rispetto alle zucchine passate in padella ??
Questa è la ricetta che io uso sempre per gli sformati, potete prepararli con le verdure che preferite e abbinarci una spezia o dei formaggi ... io ho già fatto carote e curry, piselli pancetta e ricotta salata ....
Eccovi la ricetta, dosi per 6 sformati!

INGREDIENTI :

4 zucchine di medie dimensioni
2 uova
100 ml di panna da cucina
5/6 foglie di menta
sale, pepe

Fate lessare le zucchine in acqua bollente per una decina di minuti, scolatele per bene di modo che perdano tutta l'acqua possibile.
Frullatele insieme alle uova, la panna e la menta.
Salate e pepate l'impasto e infine dividetelo nei pirottini (io uso quelli usa e getta, ma si chiamano così ???) precedentemente imburrati.

Cuocete in forno a 190° a bagnomaria per una mezz'ora.

22 marzo 2012

Torta al caffé con toffee alle noci e mandorle



Questa torta era BELLISSIMA, davvero. E mi ero impegnata, avevo fatto alcune foto veramente veramente carine .. ma poi la nana di casa giocando con l'iphone ha cancellato almeno 20 foto, tutte ovviamente di piatti che avevo preparato, caso vuole che di questa torta ne abbia lasciate 2, una mossa e questa schifezza.
Peccato, toccherà rifarla solo per farvela ammirare ....
La ricetta è tratta dal libro "Stagioni" di Donna Hay, libro meraviglioso comprato qualche giorno fa dopo aver addocchiato alcune ricette sui vostri blog.
Provatela, non solo è buonissima, ma farete un figurone portandola in tavola.

Con questa torta partecipo al contest di Federica Basta un poco di zucchero...

Vi aspetto al mio dolcissimo contest

e vi saluto, questo week end per festeggiare il compleanno del mio amore ce ne andiamo 3 giorni ad Annecy, ci rivediamo lunedì !!!!!

INGREDIENTI 

150 grammi di burro
130 grammi di zucchero di canna (io Guadeloupe D&C)
1 uovo
1 tuorlo
150 grammi di farina setacciata
1 cucchiaino di lievito
1 cucchiaio di caffè solubile
1 cucchiaino di acqua clda
60 ml di latte

Toffe noci e mandorle
220 grammi di zucchero semolato
20 grammi di burro
125 ml di panna liquida
30 grammi di mandorle
70 grammi di noci

Scaldate il forno a 160°.
Lavorare il burro con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto leggero e cremoso, unite l'uovo e il tuorlo e amalgamate per bene. Unite la farina, il lievito e il caffè solubile che avrete fatto sciogliere nell'acqua.
Infine aggiungete il latte.
Versate il composto in una tortiera di 18 cm imburrata e infarinata e cuocete per circa un'ora.
Fatela raffreddare e intanto preparare il toffee :
versate lo zucchero e l'acqua in unpentolino su fuoco medio, fate sciogliere lo zucchero, portate ad ebollizione e cuocete per una decina di minuti finchè il caramello diventa scuro.
Togliete dal fuoco e unite delicatamente prima il burro e poi la panna, aggiungete la frutta secca e versate sulla torta.

La base al caffè è buonissima anche da sola, come dolce da colazione e si presta ad essere farcita in mille modi.


=====================================

Ora due domandine tecniche : per creare l'indice delle ricette del blog, che devo fare ? Chi mi aiuta ?
Seconda domandina ... è da qualche settimana che non riesco ad aggiornare il blogroll, capita anche a voi ?
GRAZIE!
Buon week end

16 marzo 2012

Biscotti con farina di riso e cacao

Vassoio Eco Bio Shopping
Ci sono parecchie cose in cucina che mi terrorizzano, alcune preparazioni (le torte decorate, i croissants..), e alcuni utensili, su tutti la sac a poche, rinuncio ad un sacco di ricette perchè ne prevedono l'uso. Poi guardo filmati, vedo come la utilizzano gli altri, dal vivo e in tv e mi sembra una fesseria, quando è il momento vado nel panico totale, se sono quelle usa e getta le rompo in 3 nano secondi, quelle un pochino piu' serie solitamente non riesco a riempirle, sono nel pallone e mi rovescio tutto addosso...
E poi c'è la sparabiscotti che non è che mi faccia paura, è che non riesco ad utilizzarla.
Truucchetti, impasti, ci ho provato 3-4 volte, delle emerite schifezze, e poi l'ho messa nel cassetto degli oggetti antipatici, è stata inb castigo un anno.
Poi pero' ho visto qualche tempo fa la ricetta di questi biscotti da Natalia, e ci ho provato e la sparabiscotti ha trovato un posticino nell'armadietto degli oggetti utili :-)

Questi biscottini sono leggeri e buonissimi, li ho già rifatti 4 volte !

Eccovi la ricetta di Natalia :

Ingredienti per circa 80 biscotti

- 200 g di farina di riso
- 300 g di farina 00
- 2 cucchiai abbondanti di cacao amaro
- 150 g di zucchero
- 150 g di burro
- 1 uovo
- 100 ml di latte
- 1/2 bustina di lievito per dolci
- sale

Lavorare il burro morbido con lo zucchero, unire l'uovo, il pizzico di sale e le due farine miscelate al lievito ed al cacao setacciato. Cominciare ad impastare, per amalgamare bene gli ingredienti, aggiungendo il latte a filo. Porre l'impasto nella sparabiscotti  e fare i biscotti direttamente su placca forno. Infornare a 170°C per circa 15/20 minuti.


Auguro a tutti voi un bellissimo week end!

12 marzo 2012

Lasagne asparagi, ricotta e limone

Ho sbagliato di un giorno, ero convintissima che oggi fosse il compleanno del mio blog .... invece era ieri...
Non che avessi in mente grandi festeggiamente, ricchi premi e cotillons, magari un post un po' carino e "autocelebrativo" con una candelina, cose così.
Invece ho sbagliato giorno e quindi oggi vi posto la ricetta di un primo piatto, niente torta, l'errore del giorno mi ha fatto passare la poesia.
Pero', un anno è passato, e incredibilmente il mio blog ha 189 follower, ho pubblicato 160 ricette circa, e SOPRATTUTTO ho conosciuto un sacco di splendide persone conosciute, vi pare poco ???
Quindi grazie di cuore a tutte voi che siete passate e passerete "dalle mie parti". Ok fine dei festeggiamenti, non sono bravissima con queste cose.

La foto, come al solito, non rende neanche un po' quanto buone siano queste lasagne. La ricetta è sua, un'altra delle mie garanzie.

INGREDIENTI (per una teglia da 4):

Sfoglia fresca per lasagne
300 grammi di asparagi (io surgelati)
300 grammi di ricotta
2 mozzarelle
una manciata di basilico
4-5 foglioline di menta
50 grammi di parmigiano
1 grosso limone non trattato
(la ricetta prevedeva anche l'uso di pinoli, ma io ero senza)

Cuocete gli asparagi a vapore, tenete da parte le punte e mettete i gambi nel mixer con la ricatta, il basilico, la menta, la buccia grattuggiata del limone, un filo d'olio, sale e pepe, otterrete una bella crema verdina.
Ora assemblate le lasagne, sfoglia, cremina, mozzarella a dadini, parmigiano e punte di asparagi che avete da parte.
Forno per una mezz'oretta finchè le lasagne non sono belle dorate.

08 marzo 2012

Tortine cocco e lamponi


Vassoio Ecobio shopping
 DONNE, DUDUDU DADADA, Buona Festa della donna !!!

Devo essere sincera, non me ne ricordavo affatto, se non fosse che questa mattina il tabaccaio mi ha inseguita mentre salivo in macchina urlando "aspetta, ti devo dare un pensierino" e io ho pensato "finalmente, con tutte le sigarette che compro era ora mi regalasse un bell'accendino ;-)" Invece era una mimosa.
Quella di oggi è una festa che ho sempre considerato poco, non mi è mai sembrata una festa, e non so perchè ma ho idea che noi donne, piu' andiamo avanti, meno abbiamo da festeggiare purtroppo ...
Pero' pero', noi una festa ce la meritiamo eccome, ce ne meriteremmo una al mese per tutto quello che riusciamo a fare, per come gestiamo la vita nostra e della nostra famiglia.
E poi ci sono tante tante donne speciali, che fanno cose fuori dalla norma, che mettono in pericolo la loro vita per aiutare gli altri, donne che dedicano il loro tempo a chi ne ha piu' bisogno, queste secondo me sono prima di tutto le donne da festeggiare.

Quindi auguri a tutte voi, oggi vi regalo dei tortini meravigliosi fatti con i primi lamponi, sono come le patatine, non riuscirete a mangiarne uno soltanto :-)
La ricetta è sua, come sempre una garanzia, la copio e ve la riporto pari pari perchè non ho fatto alcunissima variazione !

Ingredienti per circa 12 tortine:

125 g di burro fuso a temperatura ambiente
25 g di farina di mandorle
75 g di cocco rapé
275 g di zucchero a velo
75 g di farina 00
1/2 cucchiaino di lievito
5 albumi grandi
125 g di lamponi


In una ciotola sbattete con le fruste elettriche gli albumi insieme allo zucchero a velo setacciato, unite il burro fuso a temperatura ambiente, la farina 00 setacciata insieme al lievito, la farina di mandorle e il cocco rapé mescolando bene con una spatola dopo ogni aggiunta. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo e privo di grumi di farina versatelo all’interno di 12 stampini da muffins rivestite con gli appositi pirottini di carta, in alternativa imburrate e infarinate bene lo stampo, riempiendoli per circa 2/3. Lavate i lamponi, tamponateli con della carta assorbente, e posizionatene 2-3 su ciascuna tortina premendo leggermente. Fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 25-30 minuti, o comunque fino a quando esse appariranno dorate e soffici al centro. Togliete dal forno e fate raffreddare su di una griglia per dolci, quindi servite.




Con questa ricetta partecipo al contest di Stefania "Piccole dolci delizie" nella categoria "Dolci da mordere".

Il mio contest

06 marzo 2012

Mezze penne speck e funghi


Vi ricordate qualche gg fa che vi dicevo che questa primavera anticipata mi faceva stare bene, che avevo pranzato in un dehor in maglietta ... ecco, la prossima volta che leggete una cosa del genere sul mio blog siete autorizzate ad utilizzare i commenti per insultarmi. Perchè oggi NEVICA.
Probabilmente c'era da aspettarselo, 20° a febbraio sono un po' troppi, ma dalla t-shirt al piumino in 5 gg questo no, non me lo aspettavo.
Quindi oggi vi beccate un primo piatto invernale, d'altronde è inverno no ??
Ieri ho comprato delle meravigliose fragole, italianissime, dolci ... e oggi nevica. Non me ne faccio una ragione ....

Cambiando discorso, oggi vi regalo una canzone, non posso dire di essere una grandissima fan di Lucio Dalla, ma sono sue alcune delle mie canzoni italiane preferite, una fra tutte Anna e Marco, buon ascolto.

Ok, eccovi ora la ricetta veloce veloce di un piatto di pasta sfizioso davvero.

INGREDIENTI (per 3 persone)

300 grammi di pasta
100 grammi di speck
30 grammi di funghi porcini secchi
una cipolla
1/4 bicchiere di birra rossa
100 ml di panna fresca
Olio evo Dante

Per prima cosa mettete di funghi a bagno per una mezz'oretta.
Mentre l'acqua bolle in un largo tegame fate appassire la cipolla tagliata molto finemente in un chucchiaio di olio, aggiungete lo speck che avrete tagliato a dadini, e fumate con la birra.
Una volta che la birra è evaporata aggiungete i funghi, lasciate cuocere 5 minuti, aggiungete la panna e salate.
Scolate la pasta e saltatela nel sugo.

01 marzo 2012

Crostata nocciole e cioccolato fondente

Voi non avete idea di quanto mi girino le scatole per non essere riuscita a fare una bella foto di questa crostata che è una meraviglia !
La ricetta non è mia ma della bravissima Cinzia, la sua versione è con le noci, la mia con le nocciole, ma le differenze finiscono qua, anzi no, le sue foto sono belle la mia una chiavica, ecco l'altra differenza :-)

Questo accenno di primavera mi mette incredibilmente di buonumore, a voi no ?!?
Bando alle ciance, eccovi la ricetta :

INGREDIENTI :

250 g di farina
50 g di nocciole
200 g di burro, freddo a dadini
100 g di zucchero
i semini di una bacca di vaniglia
un tuorlo
200 di buon cioccolato fondente (io Venchi)

Tritate le nocciole con un paio di cucchiai di zucchero nel robot, aggiungi tutti gli altri ingredienti nella coppa del robot e sempre con il blocco delle lame impastate fino ad ottonere un composto a "briciolone"
Fate  una palla , coprire con la pellicola e in frigo per mezz'ora.
Tenete da parte 1/4 dell’impasto e con il restante foderate una tortiera.
Riempite con il cioccolato fondente tagliato a pezzetti e sbriciolate sopra la pasta frolla  avanzata.
Infornate a 175° per 35 minuti circa, i bordi non devono brunire.

29 febbraio 2012

La vincitrice è ...

Il mio primo giweaway


Ed eccoci qua, il mio primo giweaway è finito, è andato molto meglio di quanto credessi, grazie a tutte voi per aver partecipato.
Giusto una brevissima considerazione: siamo nel 2012 ma non c'è Nigella che tenga Signore, il Manuale di Nonna Papera e il Cucchiaio d'Argento sono i libri che amate di piu' e comunque in generale il vostro libro preferito è il vostro PRIMO libro di cucina ... il primo amore non si scorda mai :-)

E grazie a questo giveaway adesso so quali sono i prossimi libri di ricette che comprero' !

Allora, prima dell'estrazione ricapitoliamo un po' le partecipanti e i libri votati :

1 - Stefania - Nuvole di Farina - "Ricette al microonde passo passo"
2 - Paoladany - Paoladany - "La Passione degli Dei Cioccolato"
3 - Patrizia - I Dolci nella Mente - "Dolci del Sole - Sal de Riso"
4 - Carla - Tigella e Crespella - "La cucina per i piu' piccoli"
5 - Serena - Omin di Pan Pepato - "Il mio giro d'Italia" Jamie Oliver
6 - Paola - Paola pronto - "Pane e Roba dolce" Sorelle Simili
7 - Marsettina -  Sempre in Cucina con Allegria - "Il cucinario"
8 - Lory - Lory B. Bistrot - Il Cucchiaio d'Argento"
9 - Imma - Dolci a go go - "Delizie Divine" Nigella
10 - Loredana - La cucina di mamma Loredana - "Dessert" Alain Ducasse
11 - Nutella - Ferrero - "Pane e Roba dolce" Sorelle Simili
12 - Grazia - Grazia in cucina - "Le ricette di Casa Cleric"i (i due libri)
13 - Simo - Pensieri e pasticci - "Dolci fatti in casa"
14 - Tina - Le ricette di Tina - "Frijenno e Magnann"
15 - Federica - Note di cioccolato - "Dolci" Ladurée
16 - Elena - A Pancia piena - "Il libro di cucina amico degli animali"
17 - Benedetta - Fashion Flavors Cooking - "Al mercato locale"
18 - Rumi - Cucina che ti passa - ""La cucina italiana, ricette d'oro"
19 - Nany e Lolli - Nani e Lolli cucina e dintorni - "Il cucchiaio d'Argento"
20 - Gianna - Glamour Glitter cooking - " Patisseries & Gateaux Gourmands"
21 - Marica - Cooking with Marica - "India"
22 - Nonna Papera - La cucina di Nonna Papera - "Il Manuale di Nonna Papera"
23 - Maria - In cucina con Maria - "Regali Golosi" di Sigrid Verbert
24 - Cinzia - Il ricettario di Cinzia - "Stagioni" di Donna Hay
25 - Privatechef - Frida Private Chef - "Le dolci tentazioni!
26 - Doc Cook - Doc photo cook - "Il talismano della felicità"
27 - Maria Pasticciona - Dolci pasticci di Maria - "Perfect party cakes made easy"
28 - Sonia - Profumo di zucchero - "Cotto e mangiato" (i 3 libri)
29 - Stefania - Big Shade - "La cocina Dulce" di Paco Torreblanca
30 - Valeria - Dolci e dintorni - "Delizie Divine" di Nigella
31 - Caro - Chateau Gourmand -"Biscuits, sablés, cookies" di Martha Stewart
32 - Maman Luisa - Maman Luisa - "L'Arte di mangiarbene" di Pellegrino Artusi
33 - Mari Queen - Dolce Mari - "I miei menu'"
34 - Paola - Fairies Kitchen - "Dolce" Ladurée
35 - Sarah - Pancakes a colazione - "Dolci in famiglia" Sal De Riso
36 - Renza - Sfizi e pasticci - Cucina dalla A alla Z
37 - Tania - Speck & the city - "Il grande ricettario" di Gualtiero Marchesi
38 - Penna e Forchetta - Penna e Forchetta - "Il Carnacina"
39 - Sere - Cucchiaio di stelle - "Cookbook"
40 - Lu' - In cucina con Lu' - "Il Cucchiaio d'Argento"
41 - La Pasticcioneria - La Pasticcioneria  - "Il Cucchiaio d'Argento"
42 - Barbara - Ricette barbare - "Menu' per un anno"
43 - Natalia - Fusilli al tegamino - "Enciclopedia della Pasta"
44 - Belinda - NO BLOG - "Il Manuale di Nonna Papera"
45 - Francesca - Pentole e allegria - "Ricettario Italiano"
46 - Nonna Anna - Nonnanna l'inventafavole - "Cuciniamo all'italiana"
47 - Ely - Nella cucina di Ely - "Il Manuale di Nonna Papera"
48 - Matematica e Cucina - Matematica e cucina - "A Napoli si mangia così"
49 - Ilaria - Non solo piccante - "Enciclopedia del cioccolato"
50 - Mirella - Cucina e altre passioni  - "Piccola Pasticceria Salata" di Luca Montersino
51 - Daniela - NO BLOG - "Regali Golosi " di Sigrid Verbert
52 - Martina - Lamponi e Tulipani - D'oro nei dolci


Un ultima cosina, tanti auguri a Serena che oggi festeggia il suo compleanno e TANTI TANTI TANTI AUGURI alla mia adorata principessa che oggi compie 4 anni, ti amo piccolina, con tutto l'amore che ho.




Ok, ora eccoci, la vincitrice è :

True Random Number Generator 13 Powered by RANDOM.ORG
Scusate, so che c'è un modo migliore per visualizzare random.org ma io non ne sono capace, comunque CONGRATULAZIONI Simo !!!!
Mandami una email all'indirizzo masciagae@gmail.com con i dati per poterti spedire il premio !!!!

27 febbraio 2012

Cocottine di cavoletti e castagne


Ho paura a dirlo, ma sembra che la primavera voglia farci una sorpresona e arrivare in anticipo, mi sembra un sogno... sabato dopo aver passare la mattinata al parco con i bimbi siamo andati a pranzo e siamo stati nel dehors, SENZA GIACCA !!!
Ok ok la smetto subito... evitiamo che questa settimana a farci la sorpresona sia la neve :-)

Approfitto di questo post per ringraziare di cuore tutte voi che finora avete partecipato al mio Giweaway, avete superato le mie aspettative, e mi scuso se non sono ancora riuscita a passare su ognuno dei vostri blog per ringraziarvi personalmente, lo faro' prestissimo !
Mi raccomando, avete tempo fino alla mezzanotte di domani e poi estrarro' la vincitrice (se ci riesco, qualcuno mi aiuta ?)

Oggi ricetta velocissima, ho già detto svariate volte quanto mi piacicono i cavoletti di Bruxelles, e ogni occasione è buona per provare una nuova ricetta, questa è presa da lei, qualche piccola variazione l'ho fatta soprattutto per pigrizia (vedi le castagne :-)).

Vi auguro una splendida settimana !

INGREDIENTI

300 grammi di cavoletti di bruxelles
200 grammi di castagne (io già lessate)
30 grammi di pancetta
burro q.b.
parmigiano

Pulite i cavoletti tagliateli a metà e sbollentateli qualche minuto.
In un pentolino fate sciogliere il burro, aggiungete la pancetta, fate dorare e poi aggiungete le castagne e i cavoletti, salate, pepate e fate cuocere qualche minuto.
Dividete il tutto in monoporzioni, riempite ben bene di parmigiano e mettete sotto il gril per qualche minuto.

22 febbraio 2012

Cake banane e miele


Mi sono presa 4 giorni di vacanza, dal lavoro,dal blog, dalle pulizie, dalla cucina, da tutto ! E mi sono goduta il Carnevale con i miei bambini (vedi sotto!!).
Eccomi pronta a ricominciare la routine ... anche se pronta in questo periodo,è una parola un po' "forte"...Diciamo che sono tornata a lavorare perchè dovevo.
Anche perchè, se posso dirla tutta, mai come in questo periodo della mia vita, avrei tanta voglia di un po' di vita famigliare piena, non le 2 orette dopo cena e il week end in cui bisogna anche incastrare gli impegni.
No, vorrei fare la mamma a tempo pieno. Lo vorrei tantissimo, ma purtroppo s'a da lavorà!!!!

Oggi vi propongo la ricetta di un cake rubata da qui, e ammetto che su questo blog ultimamente mi sono innamorata di una valanga di ricette.

Questa nasce dalla solita esigenza, fare fuori le banane scure e tristi, degna alternativa del banana bread.
Pochissime le mie variazioni, se non che io ho fatto un unico cake, eccovi la ricetta copiata pari pari dall'originale:

Ingredienti:
 
225 gr di farina
mezza bustina di lievito (la ricetta prevedeva farina autolievitante che io avevo finito)
100 gr di burro a pezzetti
225 gr di banana (io 3 banane, quelle avevo !)
100 gr di zucchero 
1 arancia di piccole dimensioni non trattata
2 uova
6 cucchiai di miele dorato (io miele d'acacia)
 
Per la copertura:
2 cucchiai di miele
granella di zucchero
 
Preriscaldate il forno a 160°C. In una ciotola lavorate la farina e il burro, tagliato a pezzetti e non troppo morbido, fino a quando non otterrete un impasto sabbioso e il burro si sarà ben amalgamato. Schiacciate le banane ben mature con una forchetta, aggiungetele alla farina con le uova, il miele, lo zucchero e la buccia grattugiata di un'arancia. Mescolate bene il tutto fino a quando non otterrete un impasto liscio ed omogeneo. Distribuite nello stampo da cake, livellatene la superficie e ponete in forno ben caldo per circa 1 ore e 10 minuti o fino a quando non supereranno la prova stuzzicadente.  . Non appena sarà pronto, toglietelo dal forno, lasciatelo raffreddare qualche minuto, sformatelo e ponetelo su una griglia fino a quando non sarà completamente freddo. Per la copertura: fate scaldare in un pentolino, a fuoco molto basso, qualche cucchiaio di miele fino a quando non sarà più liquido. Distribuitelo sul cake e spolverizzate con granella di zucchero.
 
Ed eccovi qua il vampiro e la zarina !!!
 

 
Vi ricordo che fra una settimana scade il mio Giweaway, grazie a tutte voi che finora avete partecipato !
Il mio primo giweaway

17 febbraio 2012

Zuppa di carote al curry di Martha Stewart


In questi gg. come qualcuna di voi avrà notato il blog cambia continuamente, sto cercando di renderlo piu' semplice, piu' carino, ma ammetto che non ho le idee chiarissime :-)
Nella mia testa già me lo immagino, ma poi sistemarlo è un'altra cosa, anzi, se qualcuna di voi ha qualche consiglio, è ben accetto !
Detto questo, ci prepariamo al week end di Carnevale, il vampiro e la zarina sono pronti, speriamo che il "caldo" di ieri continui !!!
Oggi vi propongo la ricetta di una zuppa, particolare, buonissima sia calda che fredda.


La ricetta è tratta dal libro A tavola in 30 minuti di Martha Stewart, uno dei miei ultimi acquisti, un ottimo acquisto direi, nell'attesa che pubblichino altri libri di Martha in italiano, con le versioni in inglese ancora non me la sento.


INGREDIENTI :
2 cucchiai di burro
125 grammi di cipolla (io ho usato porri)
1 cucchiaio di curry I Gusti Vegetali
fior di sale
pepe
900 ml di brodo
900 grammi di carote sbucciate e tagliate a pezzettini
2 cucchiai scarsi di succo di limone
Per guarnire la zuppa era indicato del coriandolo fresco, ma io non lo avevo quindi ho omesso la guarnizione !


Scaldate il burro in una pentola, (è suggerita di ghisa io ne ho usata una in ceramica di Emile Henry), aggiungete la cipolla, il curry, 2 cucchiaini di fleur de sel il pepe e fate cuocere per 5 minuti mescolando finchè non è appassita la cipolla.
Versa nella pentola il brodo, le carote e 750 ml di acqua, porta ad ebollizione e fai sobbollire a fiamma bassa per una ventina di minuti, fino a quando le carote nonr risulteranno tenere.
Frullate il tutto aggiungete il succo di limone e servite !

14 febbraio 2012

Cookies cioccolato e burro di arachidi

Ci sono alcuni ingredienti che quando vedo girando per negozi , devo assolutamente comprare.
E non perchè io li stia cercando da tempo sia chiaro, ma perchè il mio primo pensiero è " uuuhhh guarda, non lo trovo mai, fammelo prendere, che qualcosa mi invento, se poi trovo una ricetta interessante almeno ce l'ho già ".
Ecco, ho la dispensa piena di "qualcosa me lo invento". tra cui circa 1 kg e mezzo di burro di arachidi ... Ora, probabilmente ne ho così tanto perchè mi è successo almeno 4 volte di vederlo e pensare "fammelo prendere" dimenticandomi di averlo già preso; poi il posto a casa è quel che è quindi l'ho "imboscato" dietro altre cose e lì è rimasto.
La scorsa settimana mi sono impuntanta, avevo voglia di fare biscotti e volevo assolutamente far fuori un po' di tutto quel burro , capito qui e trovo la soluzione.
Via di cookies, ottimi peraltro, ora pero' con il restante kg e qualcosa che ci faccio ?!?! Qualche idea ???

Eccovi la sua ricetta con qualche minuscola variazione :

Ingredienti:
320 gr di  farina 00
1 cucchiaino raso di sale fino
225 gr di burro morbido
225 gr di burro di noccioline
2 cucchiaini di estratto di vaniglia
170 gr di zucchero di canna ( io ne avevo solo 100 grammi quindi ho messo piu' zucchero semolato)
170 gr di zucchero semolato
3 uova medie, sbattute
gocce di cioccolato a piacere (circa 150 - 200 gr)- Io ovviamente, 200 grammi

Preriscaldare il forno a 180°.
In una ciotola capiente sbattete energicamente il burro ammorbidito, precedentemente tagliato a pezzetti, con il burro di noccioline e l'estratto di vaniglia. Dovrete ottenere una crema liscia ed omogenea. Incorporate quindi i due tipi di zucchero, semolato e di canna, e sbattete energicamente come per creare un composto spumoso. In una ciotola unite farina, il lievito e il sale ben setacciati e unitene metà al composto. Aggiungete quindi le uova e l'altra metà della farina. Mescolate bene e aggiungete anche le gocce di cioccolato, tenendone da parte qualche cucchiaio per la decorazione finale.
Preparate con l'impasto delle palline e senza appiattirle disponetele man mano sulla teglia ricoperta da carta forno .
Fate cuocere in forno già caldo per 15 minuti.
Approfitto di questo post anche per ringraziare Penna e Forchetta per questo premio :


Ora è previsto che io vi dica 7 cose di me, mica facile .... allora :

1. Ho una passione sfrenata per i telefilm, quelli americani in particolare. Grey's Anatomy, Desperate Housewife, The Good Wife ... ultimamente impazzisco per Fox Crime e quindi sono in fase Criminal Minds, CSI, Dexter.
2. Sono assolutamente incapace nei lavori di manualità, tanto per intenderci, montare le sorpresine degli ovetti ai bambini per me è una fatica.
3. Sono una piagnona, una che si commuove facile. A parte i film drammatici io riesco a piangere in qualsiasi programma si vinca qualcosa non appena viene eletto il vincitore. Sanremo, Miss Italia anche se vincono a Chi vuol esser Milionario, io sono felice per il vincitore, e piango !
4. Porto i capelli cortissimi, praticamente rasati, fondamentalmente per pigrizia. Ho una montagna di capelli ricci e non li so gestire.
5. Vivo in montagna ma adoro il mare. A me in vacanza passa tutto, come vedo il mare non ho piu' la mia emicrania costante, mi viene una bella pelle, mi sento in formissima, mi rilasso e non ho piu' pensieri.
6. Sono un'accanita fumatrice, fumo da 17 anni e benchè pensi una volta al giorno di smettere, non ci provo mai.
7. Sono una delle persone piu' stonate che io conosca, ADORO cantare, ma mi rendo conto quando lo faccio, di essere fastidiosa. Negli ultimi anni pero' ho avuto una botta di autostima perchè nonostante il fastidio i miei bambini mi fanno cantare volentieri e se glielo si chiede, dicono anche che canto bene ... mi rendo conto che non sono opinioni oggettive, ma che importa ??? lasciatemi cantare in pace "Il coccodrillo come fa" e io sono contenta :-)

Non me ne vogliate se non passo il premio ad altri blog vorrei davvero che il premio lo prendesse chiunque non l'abbia ancora ricevuto !

Che post eterno oggi ... chiedo scusa ! Un'ultima cosa, visto che è San Valentino, AUGURI AMORE !

10 febbraio 2012

Gatto' di patate


L'argomento del post precedente ha riscosso un discreto successo, mi fa piacere :-)

Oggi, per chiudere in bellezza la settimana vorrei raccontarvi qualcosa di spiritoso ... ma ammetto che il giorno dopo aver visto "Le Iene" non riesco ad essere particolarmente spiritosa... quei servizi sulle farmacie mi hanno fatto veramente rabbrividire, quando intervistano poi quelli che avrebbero dovuto controllare e loro balbettano, non sanno che dire, inventano, ecco avrei voglia di entrare nella televisione e scuoterli .... "Ma brutti deficenti, ma vi rendete conto dei danni che create con il vostro menefreghismo?? Dei soldi persi ??? di quanto quelle medicine potrebbero essere utili a paesi che non se le possono permettere ??" (tanto per dirne qualcuna, in realtà mi verrebbero cose molto piu' volgari da dire !).
Ma veramente c'è così tanta gente sleale ? Perchè io non li chiamerei "furbi", le persone furbe sono prima di tutto dotate di intelligenza, questi al momento della distribuzione dell'intelligenza probabilmente si stavano limando le unghie ....
Inutile rimurginarci troppo ... purtroppo noi non possiamo che indignarci ... chissà se le persone che possono fare qualcosa faranno qualcosa in piu' dell'indignarsi pero' ....

Detto questo, oggi Gatto' di Patate, a modo mio ovviamente, sono sicura che il vero Gatto' che si fa a Napoli non ci somiglia... questo pero' è stato un esperimento ben riuscito, eccovi quindi come ho fatto, considerate che le dosi del ripieno sono molto indicative, nel senso che a me piace bello "pieno" quindi ho un po' esagerato ....

INGREDIENTI (per una tortiera da 16 cm) :

Patate (non le ho pesate, ma erano 5 piuttosto grandi e 5 piccine)
2 uova
2 mozzarelle da 100 grammi
80 grammi di prosciutto cotto
50 grammi di scamorza
parmigiano q.b.
sale
pepe
noce moscata
pangrattato (una manciata)
qualche fiocchetto di burro

Per prima cosa lessate le patate e schiacciatele in una terrina come per fare un purè, unite le uova, il parmigiano, sale pepe e noce moscata e mescolate per bene fino ad ottenere un impasto morbido.
Imburrate la teglia e cospargetela di pangrattato, coprite il fondo e i lati della tortiera con metà del purè, ricoprite ora con il prosciutto e i formaggi e coprite con il rimanente pure'.
Cospargete di pangrattato e fiocchetti di burro, infornate il tutto a 180° per circa 30 minuti, e poi passate sotto il grill per 2-3 minuti !

Io l'ho fatto in una tortiera piccina per farlo venire piu' alto, eco la foto, giusto per darvi un'idea :


BUON WEEK END !

06 febbraio 2012

Melting Moments


Non vi parlero' del tempo, anche perchè ormai nell'ultima settimana non si parla d'altro, vi diro' solamente che stamattina sono uscita di casa a -10° !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
FREDDO!!!!
Fatta questa premessa mi ricollego ad un vecchio post per "affrontare" un argomento che avevo accantonato, ma che voi nei vostri commenti avete detto vi avrebbe fatto piacere leggere, o meglio, la mio opinione sui NOMI.
Allora, lasciatemi dire prima di tutto, che la mia è un'opinione, che nessuno deve prendersela per quel che dico, se tu che leggi ti chiami Naomi e il tuo nome ti piace, per me sei fantastica.
Partiamo dall'inizio, mi chiamo Mascia, che non è proprio un nome comunissimo, e per i primi 10 anni della mia vita, quando qualcuno mi chiedeva "Come ti chiami " e io rispondevo "Mascia" la maggior parte della gente sorrideva e mi chiedeva "Si gioia, ma di nome ?".
Ecco, io da piccola avrei tanto voluto un nome comune, normale, italiano, che ne so Laura ? Paola ? Francesca ? Poi ci si abitua ...
Vivo in una regione "bilingue" (su per giu') dove la maggior parte delle persone ha un cognome francese, quindi ritengo piu' che appropriato che i bambini abbiano nomi francesi, così come presumo che in Trentino si tenda ad usare nomi tedeschi.
E fin qui tutto bene, quello che mi domando io è : ma voi che state per avere un bambino, e che avete un cognome meridionale (come il mio e quello di mio marito) tipo chesso', sparo a caso, "Coppola", pensate davvero che il nome piu' appropriato per vostro figlio sia Michael ? Non vi sembra un po' il nome di un mafioso italo americano ?
E chiamare le vostre bimbe Chanel, lo fate perchè sperate che da adulte si ammoglieranno con la figlia del pupone ? O pensate che Chanel Esposito ci stia una meravi/glia ?

Insomma, viviamo in un paese che ha dei nomi MERAVIGLIOSI, davvero non possiamo fare a meno di dare ai nostri figli il nome del divo hollywodiano preferito o della cantante pop del momento ?
Senza considerare quelli che danno ai propri figli nomi come "Mela" ... si, quella biondina lì ha chiamato sua figlia Mela, ma possibile che nessuno le abbia detto niente ????
Se domani all'anagrafe andate dicendo "Il nome che abbiamo scelto per la bambina è Banana" a parte il fatto che vi rideranno dietro e il gg successivo sarete sul corriere della sera, ma non vi sentite deficenti ?? E pure un pochino stronzi, permettetemelo, per non avere alcun rispetto di vostro figlio ???

Ma voi, che state per avere un bambino, perchè non riflettete un attimo e pensate che lui/lei, quel nome, se lo dovrà portare dietro per tutta la vita ???
Poi, è vero che il nome lo fa la persona, ma insomma, a questa persona, rendiamoglielo un pochino piu' facile il lavoro :-)

Ok, oggi ho esagerato un po' con le chiacchiere, passiamo alla ricetta.

Biscotti burrosi-limonosi che si sciolgono in bocca, da provare !!

Ricetta tratta da Regali Golosi di Sigrid

INGREDIENTI :

210 grammi di farina 00
200 grammi di burro
60 grammi di zucchero a velo
40 grammi di fecola
1 presa di sale
la scorza di un limone

Per il ripieno :

150 grammi di zucchero a velo
45 grammi di burro
2 cucchiaini di succo di limone

Con la frusta sbattete il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungete la scorza di limone, la farina, la fecola e mescolate per bene.
Formate delle palline della grandezza di una noce e adagiatele su una teglia ricoperta di carta da forno.
Prima di infornarle schiacciatele leggermente con i rebbi di una forchetta.
Infornate a 170° per una decina di minuti.
Nel frattempo preparate il ripieno : lavorate con la frusta il burro e lo zucchero a velo aggiungendo a "gocce" il succo di limone finchè non otterrete una bella crema.
Una volta raffreddate i biscotti farciteli e accoppiateli !




Con questa ricetta partecipo al Contest di Marilu' The Foodbook




Vi ricordo anche del mio Giweaway Il libri di cucina del cuore!!